Trieste

Trieste

Città

Piazza Unità d’Italia

Location

2-3 settembre

Data

Dalle 10:00 in poi

Orario

Trieste

Troppo spesso considerata solo un luogo di passaggio, per chi va a trascorrere le vacanze in Croazia o Slovenia, Trieste ha esercitato nei secoli un fascino speciale su artisti del calibro di Rilke, Joyce e Stendhal, forse anche per il suo ruolo di “ponte” tra Europa occidentale e centro-meridionale, con la sua mescolanza di caratteri mediterranei e mitteleuropei.Il suo porto, principale sbocco marittimo dell'Impero Asburgico, oggi è il più grande e importante d'Italia ed è uno degli snodi marittimi più importanti d'Europa, di fondamentale importanza per il transito di merci internazionali. In particolare oggi è uno snodo internazionale per i flussi di scambio terra-mare tra i mercati dell'Europa centro-orientale e l'Asia

10:00
Una giornata di sport in piazza
Attivita ed esibizioni sportive a cura del Comitato US Acli Trieste (progetto nazionale US Acli e UISP).


17:00
Scuola di cucina e merenda in piazza per mamme e bambini


19:00
Apertura Musicale
Maestro Peppe Vessicchio e i “Solisti del Sesto Armonico”.


19:20
Gene Gnocchi
“Bella zio!” - il quizzone che ti svelail mondo “ggiovane”.


20:15
Ubaldo Pantani e Francesco Pugliese (A.D. Conad)
Persone, Comunita, Valeri.


21:00
Concerto
“80-90 e altri numeri musicali” Maestro Peppe Vessicchio e i “Solisti del Sesto Armonico”.


In serata
Street Food
Degustazione gratuita Sapori & Dintorni CONAD.


10:00
Una giornata di sport in piazza
Attivita ed esibizioni sportive a cura del Comitato US Acli Trieste (progetto nazionale US Acli e UISP).


17:00
Scuola di cucina e merenda in piazza per mamme e bambini


19:00
Apertura Musicale
Maestro Peppe Vessicchio e i “Solisti del Sesto Armonico”.


19:20
Dario Vergassola
Rigiriamo l’Italia Il talento che fa notizia.


20:15
Concerto
Il Sanremo dei giovani. (E intanto Vessicchio...)


21:30
Concerto III° Classificato Conad Jazz Contest
Daniel Arthur Trio.


In serata
Street Food
Degustazione gratuita Sapori & Dintorni CONAD.


ATTIVITÀ

Ubaldo Pantani
UBALDO PANTANI

Cecina, 31 marzo 1971. Attore e autore. Si è Laureato in Scienze Politiche all'Università di Pisa con una tesi in Metodologie e Tecniche della Ricerca Sociale sulle applicazioni del linguaggio comico nell'apprendimento. Allievo di Giorgio Albertazzi al Laboratorio d’Arti Sceniche di Volterra. Come comico esordisce nel 1997 su RaiDue nel programma di Gianni Boncompagni Macao, cui seguiranno Convenscion di Gregorio Paolini e Nessundorma con Paola Cortellesi. Dal 2004 al 2008, lavora a Mediaset con la Gialappa's band, nelle varie edizioni del ciclo Mai dire. Dopo due stagioni a Rai3 a Glob con Enrico Bertolino, nel 2010 torna a Raidue a Quelli che il calcio nelle edizioni di Simona Ventura, Victoria Cabello, Nicola Savino. Nel 2013 presenta, insieme a Virginia Raffaele, gli Mtv Awards a Firenze. Nel 2016 partecipa a I migliori anni su Rai1 con Carlo Conti e l'anno successivo al Festival di Sanremo e al DopoFestival con Nicola Savino e la Gialappa' band. Al cinema debutta nel 2010 in Manuale d’amore 3 di Giovanni Veronesi, cui seguiranno, con lo stesso regista, L’Ultima ruota del carro, La scuola più bella del mondo di Luca Miniero (2013), Poveri ma ricchi (2016) e Poveri ma ricchissimi di Fausto Brizzi in uscita a Natale di quest'anno. In radio, conduce con Virginia Raffaele Melomani per caso, e partecipa a Non è un paese per giovani di Giovanni Veronesi e Max Cervelli (Radio2). Dal 2015 presenta speciali per la Giornata della Memoria. Il documentario su Bartali è lo spunto per lo spettacolo teatrale Pantani racconta Bartali che debutterà a gennaio 2018. È co-direttore artistico del Teatro di Collesalvetti - Città della lirica. Dal 1978 è tifoso della Spal.
Gene Gnocchi
GENE GNOCCHI

Comico, conduttore televisivo, cantante, scrittore: Gene Gnocchi, nato a Fidenza di Parma il 1° marzo 1955, non ha mai nascosto la sua grande passione per il calcio (come centrocampista offensivo ha sfiorato il palcoscenico professionistico.

Dopo la laurea in Giurisprudenza conseguita a Parma, all’inizio degli anni ‘80 esordisce allo Zelig di Milano. Riscuote subito il successo televisivo, formando un’affiatata coppia artistica con Teo Teocoli in “Vicini di casa” e nel varietà “Mai dire gol”.

E’ felice interprete anche di diversi spettacoli teatrali, conduce varietà televisivi noti al grande pubblico, e partecipa a programmi in seconda serata. Ha lavorato per Sky, Rai, e conta parecchie presenze a “Zelig”, su Canale5.

Gnocchi ha scritto anche libri, non solo comici, ed apprezzata è la sua presenza quasi quotidiana su R101. La sua verve, la sua vis comica accompagnano ogni volta le sue intelligenti interpretazioni, riscuotendo simpatia ed ammirazione dal pubblico di qualsiasi espressione.
Dario Vergassola
DARIO VERGASSOLA

Dario Vergassola è un comico dalla vena improvvisativa ed imprevedibile. Dopo l’esordio a "Professione Comico", inizia la sua carriera teatrale portando in scena Bimbi belli, La vita è un lampo eRecital per due, insieme a David Riondino.

Dal 1997 è ospite del Maurizio Costanzo Show. Partecipa, come coautore aFacciamo Cabaret e come ospite a Mai dire gol e a Quelli che il calcio. Nel 2002 esce Me la darebbe? raccolta delle interviste realizzate nella trasmissione Zelig. Nel 2003 conduce Bulldozer. Nel 2006 affianca Serena Dandini nella conduzione della trasmissione di Rai 3 Parla con me. Nel 2014 affianca Camila Raznovich nella conduzione di "Alle Falde del Kilimangiaro" e dà alle stampe il suo primo romanzo La Ballata delle Acciughe.

Oltre a condurre o intervenire a molti programmi radiofonici, pubblica rubriche ed articoli per diversi giornali e magazine tra cui: Max, Left ed Il Venerdì. E’ attualmente in onda tutte le settimane su Rai2 con Night Tabloid e prossimamente con la seconda stagione di "Sei un Paese meraviglioso" su Sky Arte.

PROGRAMMA SPORTIVO

Sabato 2 Settembre ore 10.00 – 13.00

Dimostrazione di ARTI MARZIALI
Incontri di BASKET e CALCIO per ATLETI diversamente abili
Olimpiadi dei GIOCHI POPOLARI (tiro alla fune, corsa dei sacchi, piattelli e molto altro)
MINITENNIS
CALCIO
DANZA DEL VENTRE
CALCIOBALILLA
TENNISTAVOLO
ZUMBA
DANZA SPORTIVA
BALLI DI GRUPPO

Sabato 2 Settembre ore 15.00 – 18.00

GIOCHI POPOLARI
BASKET genitori/figli
CALCIO A TRE
MINITENNIS
Animazioni per i più piccoli

Domenica 3 Settembre ore 10.00 – 13.00

Olimpiadi dei GIOCHI POPOLARI (tiro alla fune, corsa dei sacchi, piattelli e molto altro)
BUBBLE SOCCER "Titanico" (incontro tra vecchie glorie del calcio)
MINIBASKET
MINITENNIS
BOCCE
DANZA DEL VENTRE
DANZA SPORTIVA
BALLI DI GRUPPO

Domenica 3 Settembre ore 15.00 – 18.00

CALCIOBALILLA
TENNISTAVOLO

IL MAESTRO PEPPE VESSICCHIO

Giuseppe Vessicchio, noto al grande pubblico col diminutivo di Peppe, è un compositore, direttore d'orchestra e arrangiatore. È nato a Napoli dove ha mosso i primi passi professionali collaborando con artisti come Bennato, Di Capri e Buonocore. Ha composto, arrangiato e diretto per Paoli, Zucchero, Vecchioni, Vanoni, Elio e le storie tese, Bocelli e vari altri artisti. Dal 1990, anno in cui il Festival di Sanremo ha recuperato l'impiego dell'orchestra per accompagnare i cantanti, Vessicchio è quasi una presenza fissa tra i direttori ospiti. Volto artistico de Il Grande Viaggio Insieme di Conad già dall'edizione 2015, sarà nelle città italiane del tour di quest'anno dirigendo I Solisti del Sesto Armonico in un programma musicale molto vario.

I SOLISTI DEL SESTO ARMONICO

I Solisti del Sesto Armonico sono un gruppo di talentuosi e brillanti musicisti che, insieme al Maestro Peppe Vessicchio, hanno fondato un libero movimento musicale ispirato ai principi fondanti della Scuola del Contrappunto. Una corrente, battezzata dallo stesso Vessicchio "Musica Armoniconaturale". I componenti del Sesto Armonico sono: Gennaro Desiderio (primo violino), Zita Mucsi (secondo violino), Nico Ciricugno (viola), Zsuzsanna Krasznai (violoncello), Igor Barbaro (contrabbasso) e Toni Loderini (fisarmonica), Ciro Manna (chitarra), Antonio Muto (percussioni), Marco Galiero (basso elettronico), Alessandro Scialla (tastiera), Mario Caporilli (tromba), Alessandro Tomei (sax), Rocco Degola (trombone, Dj), Antonio Granato e Giacinta Nicotra (voci).

CONAD JAZZ CONTEST

Da sempre Conad pone le comunità al centro del proprio agire, promuovendo un modello di società in cui contano le persone e i loro bisogni. Necessità da ascoltare e a cui dare risposte concrete, proponendosi come impresa per la comunità. Va in questa direzione l’impegno per la valorizzazione dei giovani talenti, che da sei anni vede Conad e Umbria Jazz affiancati nel dar vita a un progetto molto speciale: Conad Jazz Contest. In questa tappa si esibirà Daniel Arthur Trio, la band premiata come terza classificata al Conad Jazz Contest 2017.

Alla scoperta dei prodotti tipici e delle ricette tradizionali di Trieste, in un tour enogastronomico tra paesaggi e…assaggi!

LO SAPEVI CHE…

1) A Trieste puoi sciare guardando il mare

2) Trieste è la città dei caffè letterari, ce ne sono tantissimi e ognuno ha una sua particolarità

3) È famosa la Bora di Trieste, un vento che non segue un’unica direzione come tutti gli altri, ma acquisisce caratteristiche diverse a seconda della località

Da vedere

Mare e montagna ti accompagnano per tutto l’itinerario. Se vuoi immergerti subito nell’atmosfera di Trieste, la prima cosa da fare è una passeggiata da Piazza Unità d’Italia fino al molo Audace.

Pochi passi dividono la più grande piazza d’Europa affacciata sul mare da questo molo un po’ romantico e un po’ tetro, e nonostante d’inverno ghiacci e l’acqua lo sommerga, la bellezza della visita ricompensa l’impegno

Da fare

Parlare di cultura, politica e società in uno dei tanti e meravigliosi caffè letterari di Trieste, proprio come si faceva un tempo. E per ordinare da bere? Nero, deca, capo e goccia sono rispettivamente un caffè normale, un decaffeinato, un macchiato e uno schiumato. Se vuoi uno di questi caffè in vetro, ti basta aggiungere “in b”. Ora non puoi più sbagliare!

Da assaggiare

Cucina di terra, ricca di tradizioni ungheresi, slovene e istriane. Si passa dalla jota, la tradizionale zuppa di crauti, fagioli e patate, agli gnocchi di patate conditi con il goulasch che, a sua volta, si accompagna con le patate in tecia (cioè cotte in padella).

E non manca la cucina di mare a base di pesce locale. Si parte dai sardoni in savor, un piatto freddo a base di alici fritte e cipolle soffritte, e dai pedoci allo scotadeo, ovvero cozze alla scottadito, per arrivare a spaghetti con scampi e cicale di mare. Lo street food è condito con il Cren (il rafano), come accade per i cevapcici, gustose salsiccette speziate.

MAPPA