Sassari

Sassari

Città

Piazza d’Italia

Location

17-18 giugno

Data

Dalle 10:00 in poi

Orario

Sassari

Sassari, oltre a essere un capoluogo di provincia, racchiude in sé diversi aspetti della cultura sarda: un folto e colorato mix di elementi, che spazia dall’architettura alle zone naturali. Si trova nella zona nord occidentale della Sardegna, caratterizzata e nota in tutto il mondo per la bellezza ineguagliabile delle sue coste e per il suo mare turchese che conquista i turisti provenienti da ogni angolo del pianeta. Stiamo parlando del Logudoro, un vasto territorio formato prevalentemente da terreni vulcanici e di conseguenza tra i luoghi più fertili della Sardegna. Per questa ragione vi sono tracce di numerose frequentazioni, fin dal tempo delle civiltà preistoriche, come testimonia la presenza di numerosi nuraghi e altri monumenti megalitici. Oggi, Sassari è sede universitaria, arcivescovile ed è quinto comune nazionale per estensione e secondo centro dell'isola per popolazione.

10:00
Una giornata di sport in piazza
Attività ed esibizioni sportive a cura del Comitato US Acli e UISP.


17:00
Scuola di cucina e merenda in piazza per mamme e bambini


19:00
Apertura Musicale
Maestro Peppe Vessicchio e i “Solisti del Sesto Armonico”.


19:20
Gene Gnocchi
“Bella zio!” - il quizzone che ti svelail mondo “ggiovane”.


20:15
Francesco Pugliese (A.D. Conad)
Persone, Comunità, Valori.


21:00
Concerto
“80-90 e altri numeri musicali” Maestro Peppe Vessicchio e i “Solisti del Sesto Armonico”.


In serata
Street Food
Degustazione gratuita Sapori & Dintorni CONAD.


10:00
Una giornata di sport in piazza
Attività ed esibizioni sportive a cura di US Acli e UISP Sassari (progetto nazionale US Acli e UISP).


17:00
Scuola di cucina e merenda in piazza per mamme e bambini


19:00
Apertura Musicale
Maestro Peppe Vessicchio e i “Solisti del Sesto Armonico”.


19:20
Dario Vergassola
Rigiriamo l’Italia Il talento che fa notizia.


20:15
Concerto Conad Jazz Contest
Giovani talenti verso Umbria Jazz.


21:30
Concerto
Il Sanremo dei giovani (E intanto Vessicchio....)


In serata
Street Food
Degustazione gratuita Sapori & Dintorni CONAD.


ATTIVITÀ

Romeo Sacchetti
ROMEO SACCHETTI
Romeo "Meo" Sacchetti nasce ad Altamura in provincia di Bari il 20 agosto 1953.
La sua carriera inizia nel 1973 ad Asti con la maglia della Saclà con cui passa tre splendide stagioni prima di approdare al Gira Bologna e esordire nel 1977 in A1.
In Emilia passa 3 anni e, dopo una parentesi a Torino, si trasferisce a Varese, città che più di tutte ha lasciato un'impronta sulla sua storia cestistica. Qui passa otto magnifiche stagioni con 456 partite giocate e 6.333 punti realizzati.

Meo è stato protagonista anche con la maglia della Nazionale con cui ha conquistato una storica medaglia d’oro a Nantes nel 1983 e un argento olimpico a Mosca nel 1980.

La sua carriera da allenatore rispecchia l’umiltà e la costruzione di quella da giocatore: tanta preparazione e tanta gavetta.
La sua grande occasione arriva nel 2007 quando lo chiama Capo d’Orlando: è la sua prima avventura in A1. Qui Meo riesce a gestire ed esaltare le qualità di Gianmarco Pozzecco che chiude in modo straordinario la sua carriera trascinando una squadra di outsider ai playoff.
La vera svolta però avviene nel 2009 con l’approdo a Sassari in Legadue. L’iniziale scetticismo viene spazzato da una stagione che rimarrà nella storia, la Dinamo conquista la promozione in A1 al termine di un’epica cavalcata playoff. Ma è solo l’inizio. L'anno dopo Sassari arriva ai playoff da neopromossa e nel 2011 giunge quarta in stagione regolare e in semifinale playoff, aggiudicandosi la prima qualificazione per l’Eurocup.

Grazie a questi risultati Meo vince il titolo di miglior coach della serie A e, soprattutto, porta in Sardegna i primi trofei: la Coppa Italia 2014 e 2015, la Supercoppa Italiana 2015 e, soprattutto, il tanto agognato Scudetto, conquistato nel 2015 al termine di un’emozionante serie conclusasi in Gara7 contro Reggio Emilia.

Attualmente è impegnato alla guida dell'Enel Basket Brindisi, piazza caldissima del panorama cestistico del sud Italia.
Gene Gnocchi
GENE GNOCCHI

Comico, conduttore televisivo, cantante, scrittore: Gene Gnocchi, nato a Fidenza di Parma il 1° marzo 1955, non ha mai nascosto la sua grande passione per il calcio (come centrocampista offensivo ha sfiorato il palcoscenico professionistico.

Dopo la laurea in Giurisprudenza conseguita a Parma, all’inizio degli anni ‘80 esordisce allo Zelig di Milano. Riscuote subito il successo televisivo, formando un’affiatata coppia artistica con Teo Teocoli in “Vicini di casa” e nel varietà “Mai dire gol”.

E’ felice interprete anche di diversi spettacoli teatrali, conduce varietà televisivi noti al grande pubblico, e partecipa a programmi in seconda serata. Ha lavorato per Sky, Rai, e conta parecchie presenze a “Zelig”, su Canale5.

Gnocchi ha scritto anche libri, non solo comici, ed apprezzata è la sua presenza quasi quotidiana su R101. La sua verve, la sua vis comica accompagnano ogni volta le sue intelligenti interpretazioni, riscuotendo simpatia ed ammirazione dal pubblico di qualsiasi espressione.
Dario Vergassola
DARIO VERGASSOLA

Dario Vergassola è un comico dalla vena improvvisativa ed imprevedibile. Dopo l’esordio a "Professione Comico", inizia la sua carriera teatrale portando in scena Bimbi belli, La vita è un lampo eRecital per due, insieme a David Riondino.

Dal 1997 è ospite del Maurizio Costanzo Show. Partecipa, come coautore aFacciamo Cabaret e come ospite a Mai dire gol e a Quelli che il calcio. Nel 2002 esce Me la darebbe? raccolta delle interviste realizzate nella trasmissione Zelig. Nel 2003 conduce Bulldozer. Nel 2006 affianca Serena Dandini nella conduzione della trasmissione di Rai 3 Parla con me. Nel 2014 affianca Camila Raznovich nella conduzione di "Alle Falde del Kilimangiaro" e dà alle stampe il suo primo romanzo La Ballata delle Acciughe.

Oltre a condurre o intervenire a molti programmi radiofonici, pubblica rubriche ed articoli per diversi giornali e magazine tra cui: Max, Left ed Il Venerdì. E’ attualmente in onda tutte le settimane su Rai2 con Night Tabloid e prossimamente con la seconda stagione di "Sei un Paese meraviglioso" su Sky Arte.

Sabato 17 Giugno

10:00 - 17:00 Skate con rampa, istruttori e attrezzature idonee (caschetti protettivi)

10:00 - 17:00 Pallacanestro per tutti, attività libera e mini tornei organizzati, con canestri mobili

10:00 - 17:00 Pallavolo per tutti, attività libera e mini tornei organizzati, con rete mobile

10:00 - 17:00 Giochi in legno di equilibrio e movimento

10:00 - 17:00 attività ludica con animazione, giochi di squadra, grandi giochi di movimento, giochi cooperativi

10:00 - 11:00 Gruppo di cammino per le vie del centro

11:00 - 12:00 Lezione di fitness e aerobica

12:00 - 13:00 Yoga ludico

16:00 - 17:00 Yoga ludico

 

Domenica 18 Giugno

10:00 - 11:00 Calcetto con associazioni sportive e allenatori per tutti, mini tornei organizzati

11:00 - 15:00 Pallavolo con mini tornei organizzati con le Ads sportive

10:00 - 13:00 Dimostrazione e lezioni di kangoo fitness, percorsi prova attorno alla piazza

10:00 - 13:00 Per i più piccoli attività ludiche coordinate dal circo mobile a tuttotondo

15:00 - 17:00 Dimostrazione e lezioni di crossfit e zumba

In modo continuativo sia per i più piccoli che per i più grandi:

  • Bici a disposizione per effettuare un percorso c
  • Calcetto, pallacanestro e pallavolo per tutti


IL MAESTRO PEPPE VESSICCHIO

Giuseppe Vessicchio, noto al grande pubblico col diminutivo di Peppe, è un compositore, direttore d'orchestra e arrangiatore. È nato a Napoli dove ha mosso i primi passi professionali collaborando con artisti come Bennato, Di Capri e Buonocore. Ha composto, arrangiato e diretto per Paoli, Zucchero, Vecchioni, Vanoni, Elio e le storie tese, Bocelli e vari altri artisti. Dal 1990, anno in cui il Festival di Sanremo ha recuperato l'impiego dell'orchestra per accompagnare i cantanti, Vessicchio è quasi una presenza fissa tra i direttori ospiti. Volto artistico de Il Grande Viaggio Insieme di Conad già dall'edizione 2015, sarà nelle città italiane del tour di quest'anno dirigendo I Solisti del Sesto Armonico in un programma musicale molto vario.

I SOLISTI DEL SESTO ARMONICO

I Solisti del Sesto Armonico sono un gruppo di talentuosi e brillanti musicisti che, insieme al Maestro Peppe Vessicchio, hanno fondato un libero movimento musicale ispirato ai principi fondanti della Scuola del Contrappunto. Una corrente, battezzata dallo stesso Vessicchio "Musica Armoniconaturale". I componenti del Sesto Armonico sono: Gennaro Desiderio (primo violino), Zita Mucsi (secondo violino), Nico Ciricugno (viola), Zsuzsanna Krasznai (violoncello), Igor Barbaro (contrabbasso) e Toni Loderini (fisarmonica), Ciro Manna (chitarra), Antonio Muto (percussioni), Marco Galiero (basso elettronico), Alessandro Scialla (tastiera), Mario Caporilli (tromba), Alessandro Tomei (sax), Rocco Degola (trombone, Dj), Antonio Granato e Giacinta Nicotra (voci).

CONAD JAZZ CONTEST

Da sempre Conad pone le comunità al centro del proprio agire, promuovendo un modello di società in cui contano le persone e i loro bisogni. Necessità da ascoltare e a cui dare risposte concrete, proponendosi come impresa per la comunità. Va in questa direzione l’impegno per la valorizzazione dei giovani talenti, che da sei anni vede Conad e Umbria Jazz affiancati nel dar vita a un progetto molto speciale: Conad Jazz Contest.

In questa tappa si esibiranno live i seguenti gruppi: Emanuele Zappia 5et (Italia), Tal Arditi Trio (Germania).

Scopri di più sulle band di questa tappa clicca qui.
Per ascoltare e votare dal 13 maggio al 2 luglio i gruppi in gara, visita il sito o scarica la app!”

SASSARI... IN PILLOLE
 

Alla scoperta dei prodotti tipici e delle ricette tradizionali di Sassari, in un tour enogastronomico tra paesaggi e…assaggi!

LO SAPEVI CHE…

1) Sassari è la città in cui è nata la prima università della Sardegna.

2) Poco distante dal centro di Sassari si trova l’unico lago naturale della Sardegna: il lago di Baratz.

3) Nel territorio sassarese c'è un monumento unico nel Mediterraneo: il Monte d’Accoddi, struttura di epoca prenuragica che ricorda molto le ziqqurat della Mesopotamia.

DA VEDERE
Città dal passato importante, Sassari è ricca di palazzi storici risalenti al Seicento e all'Ottocento. Bellezze architettoniche che oggi sono sedi comunali e museali e che si affacciano su un'altra meta imperdibile: l'ottocentesca piazza d'Italia, vero e proprio salotto cittadino. Simbolo di Sassari è la fontana del Rosello, capolavoro artistico in stile tardo-rinascimentale, nonché allegoria del fluire del tempo. La fonte risale al 1295, ma lo stile è opera di maestranze genovesi di inizio Seicento.

DA FARE
L'appuntamento con l'evento più sentito in città è per il 14 agosto quando da tradizione va in scena la Faradda di li Candareri (o discesa dei Candelieri). Tra spettacolo e fede, la sera prima della festa dell'Assunzione, simbolici ceri lignei - alti 3 metri e pesanti 4 quintali - vengono trasportati in spalla in una sorta di danza tra le affollate strade della città.
La lumaca (chiamata Ciogga) è invece uno dei piatti tipici della cucina sassarese, al punto che ogni anno, in estate, in città si svolge la Ciogghitta d'Oro, una gustosa gara di succhiatura di lumache.

DA ASSAGGIARE
Oltre alle lumache, realizzate in tanti modi diversi, l'altra specialità della gastronomia sassarese è la Fainè, una farinata di ceci da gustare calda mentre si passeggia per la città. Impossibile non citare poi alcune delle più importanti specialità sarde. Il primo piatto per eccellenza sono i malloreddus, pasta tipica da accompagnare con il ragù di salsiccia locale e una grattata di pecorino, a sua volta prodotto simbolo della cultura sarda, dal sapore dolce o più deciso a seconda della stagionatura. Gustosi e sfiziosi per la loro croccantezza, pane carasau e pane guttiau sono il frutto invece della radicata tradizione sarda dei pani secchi. Tutte bontà da assaggiare con un buon bicchiere di Cannonau.

MAPPA